Emergenza CORONAVIRUS – nuovi obblighi per il processo telematico

Egregio Avvocato,

nel comunicarLe che è nostra intenzione adeguarci alle indicazioni governative, secondo le quali è opportuno rispettare una sorta di “quarantena” volontaria riducendo al minimo i contatti con soggetti esterni alla stretta cerchia familiare, La informiamo altresì che manterremo aperti alla nostra clientela tutti i canali di assistenza a nostra disposizione in modo da garantire comunque, anche in questo momento molto difficile per il nostro Paese, un servizio personalizzato di consulenza professionale in remoto.
 

Le ricordiamo inoltre che, come da indicazione Ministeriale, fino al 31 di maggio 2020 TUTTI gli atti introduttivi dovranno essere depositati in via telematica. Al fine di agevolare i nostri clienti che fino ad oggi non hanno ancora attivato tale modalità, siamo a completa disposizione per l’affiancamento nelle operazioni di deposito telematico.
La informiamo inoltre che, con medesima circolare, è necessario assolvere telematicamente al pagamento del contributo unificato.
 

Di seguito comunichiamo i recapiti telefonici ai quali rivolgersi:
Sede agenzia: 0971/601170
Emilio Franchomme: 391/3488455
Roberto Rivela: 333/6572899
Giuseppe De Bonis: 348/8932345


Stralcio documento presente sul portale del ministero della giustizia: 
https://www.gnewsonline.it/coronavirus-ecco-tutti-i-contenuti-del-decreto-legge/

“Il decreto-legge  prevede anche che,  dall’8 marzo e fino al 31 maggio 2020, negli uffici che hanno la disponibilità del servizio di deposito telematico anche gli atti e documenti di cui all’articolo 16-bis, comma 1-bis, del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, sono depositati esclusivamente con le modalità previste dal comma 1 del medesimo articolo. Gli obblighi di pagamento del contributo unificato di cui all’articolo 14 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 115, nonché l’anticipazione forfettaria di cui all’articolo 30 del medesimo decreto, connessi al deposito degli atti con le modalità previste dal periodo precedente, sono assolti con sistemi telematici di pagamento anche tramite la piattaforma tecnologica di cui all’articolo 5, comma 2, del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82.”

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: